Workshop_2016_07_14

Workshop “Articolo 26 e titolo IV del D. L gs 81/08 a confronto nella gestione degli appalti”

Giovedì 14 Luglio 2016 - Ore 09:00-18:00

Camera di Commercio di Modena
Sala Leonelli
Via Ganaceto n. 134
41121 Modena (MO)
ISCRIZIONI CHIUSE

Mappa

Nonostante le modifiche legislative in materia di DUVRI e PSC (in ultimo il D.L. 21.06.2013 n. 69) e il Decreto Ministeriale del 9 settembre 2014 “Modelli semplificati per la redazione del piano operativo di sicurezza (POS), del piano di sicurezza e di coordinamento (PSC) e del fascicolo dell’opera (FO) nonché del piano di sicurezza sostitutivo (PSS)”, sono ancora tante le criticità relative alla gestione degli appalti in materia di sicurezza sul lavoro.

La funzione svolta da tali documenti è chiara: essi sono diretti a garantire e promuovere il coordinamento e la cooperazione al fine di eliminare, o quantomeno ridurre il più possibile i rischi da interferenze fra le diverse attività lavorative in regime di appalto che presuppongono ambiti di applicazione differenti. Non è, invece, sempre chiara l’individuazione del documento appropriato alla situazione contingente, anche per incertezze interpretati-ve della normativa in esame.

Il workshop ha lo scopo di fare chiarezza sulla differenza esistente tra il DUVRI e il PSC e sulle problematiche che possono insorgere da “un’eventuale sovrapposizione dei due documenti” e di stimolare l’acquisizione di un nuovo approccio che faciliti l’interpretazione e l’applicazione della normativa attuale.

Nel corso della giornata sarà affrontato il problema da un punto di vista tecnico, giuridico e di controllo e vigilanza.

Per favorire il confronto e il dibattito durante la Tavola Rotonda pomeridiana, moderata dal Dott. Menduto (PUNTOSICURO), vi invitiamo, fin da ora, a proporre domande o spunti di riflessione cliccando qui.

La partecipazione al Workshop è valida come aggiornamento per RSPP e ASPP in base al T.U. 81/2008.

Vai al comunicato stampa

Programma

8.00 – 9.00     Registrazione dei partecipanti

9.00 – 9.45       Saluti Istituzionali

9.45 – 10.00    Introduzione al tema – Giovanni Zuccarello – UOT INAIL Regione Emilia Romagna

10.00 – 10.30 Criticità nell’identificazione degli strumenti idonei alla gestione delle interferenze in regime di appalto – Simone Mosconi, Stefania Battistelli – CRIS – Università di Modena e Reggio Emilia

10.30 – 11.00 Le difficoltà delle imprese nella prevenzione dei rischi derivati da interferenze: i casi più ricorrenti – Giona Compagnoni – Confindustria Modena

11.00 – 11.30 Il punto di vista dell’organo di vigilanza. Efficacia nell’identificazione degli strumenti nell’ambito dell’art. 26 e del titolo IV: equivalenza o contrasto? – Leo Di Federico – AUSL Modena

11.30 – 12.15 Profili di responsabilità negli errori di applicazione della norma nell’ambito degli appalti – Pasquale Mazzei – Procura di Modena

12.15 – 13.00 Le fonti normative in materia di sicurezza nelle attività di appalto e nei cantieri – Giorgio Caramori – Consulente Legale in materia di Diritto Civile e  Commerciale, Nazionale ed Internazionale.

13.00 – 14.30 Interruzione pausa pranzo

14.30 – 15.00 Il protocollo ACIMAC – Confindustria Ceramica sul Coordinamento degli appalti – Gianluca Piancastelli – Coordinatore Gruppo Tecnico di Confindustria Ceramica

15.00 – 15.30 Gli strumenti del “sistema FERRARI auto” per la gestione di appalti promiscui fra Titolo I° e Titolo IV° – Antonio Berselli – RSPP di FERRARI AUTO

15.30 – 16.00 Criticità nello scambio di informazioni in un appalto industriale –Alessandro Cei – Responsabile Progetto Ambiente Sicurezza LAPAM

16.00 – 18.00 Tavola rotonda

 

Moderatore: Tiziano Menduto – (Puntosicuro)